Le premesse dell’idea progettuale vengono fuori da una attenta analisi e riflessione della realtà regionale e da quanto indicato dal nuovo piano sociale regionale in merito alle politiche e interventi realizzati a livello regionale a favore di famiglie con bambini e adolescenti, che ogni giorno si trovano a dover provvedere   alla necessità di dedicare ai loro figli, attenzione, sostegno e cura.

Obiettivi:

incentivare la
lettura quale buona e sana abitudine sociale diffusa, anche tra i più piccoli e
i giovani;

incentivare,
attraverso la lettura, la capacità di ascoltare e dare attenzione all’altro;

incentivare momenti
di partecipazione, inclusione sociale e di incontro su siti territoriali
minori;

incentivare la buona
abitudine di conoscere il proprio territorio in maniera ludica e leggera;

Ed ecco i lavori della scuola primaria di Montefalco, che ha visitato la Casa dei Racconti di Vallo di Nera lo scorso anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *